Accontentarsi delle briciole. Cadere vittima del breadcrumbing

Il termine inglese breadcrumbing significa spargere briciole di pane ed indica il classico gesto che, ad esempio, si fa al parco con i piccioni.

In psicologia si tratta di un atteggiamento di manipolazione usato, più o meno intenzionalmente, da un soggetto, a volte semplicemente immaturo ed insicuro, più spesso anche egocentrico e narcisista, per attirare l’attenzione dell’altro e legarlo a sé senza nessuna intenzione di iniziare una vera e propria relazione.

Il breadcrumber, uomo o donna che sia (il fenomeno riguarda entrambi), adotta comportamenti poco chiari, ambigui, superficiali ed imprevedibili per evitare in ogni modo di legarsi, responsabilizzarsi e coinvolgersi affettivamente in un rapporto reale e concreto.

Compare nella vita dell’altro per breve tempo (ad esempio, attraverso like e commenti sui social) e scompare subito dopo. Ha sempre una scusa per tirarsi indietro, magari all’ultimo minuto, e non mantenere promesse fatte e accordi presi.

Un comportamento del genere è una vera e propria tortura per l’altro ed è finalizzato, più o meno consapevolmente, a controllarlo e a tenerlo in pugno.

La vittima, incoraggiata da piccoli, discontinui ed intermittenti segnali e gesti di attenzione ed interesse, sviluppa attaccamento, desideri ed aspettative e vive, in uno stato di tensione, ansia e confusione, disorientata e nell’impossibilità di capire l’altro, perennemente in sospeso e in attesa, nella continua speranza che gli sporadici contatti e le interazioni, quasi sempre esclusivamente on line (il breadcrumber evita, di solito, l’incontro e la frequentazione reale), sfocino in una relazione effettiva e concreta.

Tuttavia, visto che questo non avverrà mai, è, dilaniata dal dubbio e dai sensi di colpa per quanto succede e prova, destinata a delusione e sofferenza emotiva.

Come sappiamo, è sin troppo facile cadere nelle trappole di abili e astuti manipolatori del genere.

Il loro atteggiamento imprevedibile attira l’attenzione e stimola la curiosità. Spesso, inoltre, tendiamo a percepire chi è impegnato e sfuggente come più affascinante ed attraente e a desiderarlo di più.

Una buona dose di autostima rappresenta, ancora una volta, l’arma protettiva e difensiva più potente.

Soggetti deboli, insicuri, con caratteristiche di personalità dipendente, incapace di mettere limiti e di dire basta, restano più a lungo incastrati in queste dinamiche e riportano maggiori ferite.

Ai tempi dei social, il breadcrumbing riguarda soprattutto i rapporti nel mondo virtuale. Tale modalità di interagire con l’altro può essere, tuttavia, adottata anche nella realtà in quelle relazioni che faticano a realizzarsi e a concretizzarsi o, ancora, possono divenire l’escamotage per lasciare o farsi lasciare dall’altro quando, al contrario, questa si considera finita.

Il breadcrumbing avviene anche in campo professionale e lavorativo attraverso lusinghe e promesse, spesso dietro la richiesta di impegno, sacrifici o prestazioni a titolo gratuito, di promozioni e avanzamenti di carriera che, invece, non accadranno mai.

Il consiglio è sempre quello di imparare a volersi bene e di non perdere tempo con chi non ci merita.

Dott.ssa Cinzia Cefalo

Immagine dal web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close