Come la mente influenza il corpo. L’effetto nocebo

   Se un po’ tutti conosciamo l’effetto placebo, sono in molti, invece, ad ignorare quello nocebo.

Entrambi i termini derivano dal latino e significano, il primo, piacerò e, il secondo, nuocerò; essi indicano reazioni psicologiche che, pur di direzione opposta, sono determinate dallo stesso meccanismo.

Mentre per effetto placebo si intende il raggiungimento di risultati generalmente positivi (riduzione del sintomo e/o guarigione) tramite la somministrazione di una sostanza priva di principi attivi specifici, quindi incapace di reale attività terapeutica (anche se la persona è convinta del contrario e della sua utilità per sé), l’effetto nocebo viene definito come l’insieme delle reazioni negative e/o indesiderate in seguito ad un falso trattamento farmacologico (anche in questo caso si tratta di sostanze inerti, senza alcune proprietà curative) sulla base della sua considerazione come nocivo da parte del soggetto che lo assume.

In entrambi i casi è il contesto psicosociale di riferimento a produrre un impatto sulle funzioni psicologiche e, quindi, fisiologiche dell’individuo, impatto che finisce per influenzare la risposta di quest’ultimo alla presunta terapia.

Le reazioni non sono provocate, infatti, chimicamente ma dagli atteggiamenti, dalle aspettative e dalle credenze del soggetto nei confronti della sostanza presa in una forma di autosuggestione indotta, facilitata e/o condizionata dall’ambiente relazionale e socioculturale circostante.

Nel caso specifico dell’effetto nocebo si tratta di pensieri, idee e convinzioni negative e pessimistiche che predispongono in modo errato, alterato e distorto il soggetto alla realtà.

Per estensione si è soliti considerare effetto nocebo anche l’incremento di un sintomo dopo aver preso una medicina di cui si temevano gli effetti o la comparsa di un disturbo per autosuggestione di fronte al timore di una malattia.

Ancora, sono esempi in senso lato di effetto nocebo la manifestazione e/o l’aumento di fastidi dopo l’apprendimento degli effetti collaterali di un farmaco che si sta assumendo, il peggioramento della sintomatologia come conseguenza della comunicazione di una diagnosi negativa, ecc…

 

L’osservazione dell’effetto placebo pone l’accento sull’importanza della relazione medico paziente e di come, all’interno di questa, il farmaco venga proposto nelle sue indicazioni e controindicazioni.

Il linguaggio del medico, se pure professionale, non deve essere mai eccessivamente tecnico, né allarmante, ma semplice, chiaro e facilmente comprensibile per il paziente onde evitare, non solo incomprensioni e fraintendimenti, ma anche resistenze e timori infondati.

Il medico deve, inoltre, essere pronto a rispondere a dubbi e perplessità del paziente assicurandosi che quest’ultimo abbia realmente capito le ragioni e le modalità di assunzione del farmaco nonché i suoi effetti collaterali.

 

Sia l’effetto placebo che quello nocebo, comunque, non riguardano solo i trattamenti farmacologici ma tutti i tipi di terapia, compresa quella psicologica.

Concludo con una riflessione.

Se ci pensiamo, siamo quotidianamente esposti al rischio di effetto nocebo, di fronte ai continui messaggi, spesso falsi o comunque esagerati, allarmistici e distorti, dei mass media, messaggi che finiscono inevitabilmente per produrre in noi degli effetti a livello anche fisico e ad influenzare la nostra reazione verso la realtà circostante in genere.

Dott.ssa Cinzia Cefalo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close