La rabbia che non si vede. L’aggressività passiva.

  
  

La rabbia è un’emozione normale e naturale al pari della felicità e di altre. Essa, come tutti gli stati emotivi, svolge importanti funzioni adattive e difensive.   


   I bambini sono indubbiamente più spontanei e diretti degli adulti nell’esprimere la rabbia. Crescendo, infatti, l’educazione ci insegna che mostrare di essere arrabbiati non sempre va bene e, soprattutto, che alcuni modi di manifestare la nostra ira non sono, specie in certi contesti, del tutto tollerati ed accettati dagli altri.

La rabbia, insomma, è solitamente considerata la ‘pecora nera’ delle emozioni, la più brutta e cattiva, quella che dobbiamo, maggiormente delle altre, imparare abilmente a tenere a bada da molto presto.
  

   Con il tempo apprendiamo, allora, a ricorrere a canali alternativi di sfogo ed espressione di tale inevitabile e, spesso, irrefrenabile stato emotivo, canali valutati come più leciti, legittimati dalla società in cui viviamo e, quindi, per noi più semplici e convenienti perché privi, a livello personale e sul piano relazionale, di spiacevoli, e a volte dannosi, rischi e conseguenze (liti con gli altri, conseguenti vissuti soggettivi di imbarazzo e senso di colpa, ecc.…).

   L’aggressività passiva, definita come una modalità deliberata e mascherata di esprimere sentimenti sommersi di rabbia, rappresenta uno di questi.

   Rappresentano, non di rado, modalità passive di manifestare l’aggressività:

– atteggiamenti di freddezza, distacco e ritiro relazionale,
– mettere il broncio e/o negare verbalmente di essere arrabbiati anche quando lo si è,
– omissioni, dimenticanze, non mantenimento di promesse a cui seguono scuse e giustificazioni,
– procrastinare e non affrontare nell’immediato la realtà che dà fastidio,
– l’utilizzo dell’ironia e del sarcasmo,
– insultare l’altro,
– vendicarsi e/o sabotare chi ci fa arrabbiare,
– la tendenza a provocare la rabbia in chi ci sta davanti restando impassibili e controllati,
– l’eccessiva apparente gentilezza e disponibilità,
– comportamenti vittimistici e di lamentela continua.

   Nelle relazioni con gli altri l’aggressività passiva è utilizzata con diverse finalità quali, ad esempio, ottenere apprezzamento ed approvazione sociale, evitare conflitti, facilitare i rapporti, esercitare potere e controllo subdolo sugli altri, ecc…

   L’utilizzo occasionale dell’aggressività passiva è comune a tutti.
In alcuni casi, tuttavia, diventa la modalità abituale e ricorrente che il soggetto, per particolari esperienze e/o specifiche caratteristiche di personalità, adotta per gestire la sua rabbia. In queste situazioni può rivelarsi veramente disfunzionale e, persino, arrivare a nascondere comportamenti patologici,

Evidenzia, infatti, in genere una difficoltà di base della persona a riconoscere e accettare le sue emozioni e/o una sua  incapacità di esprimersi in maniera diretta ed assertiva.

A lungo termine produce, inoltre, effetti deleteri e distruttivi sulle relazioni che finiscono per essere superficiali ed effimere.

DOTT.SSA CINZIA CEFALO

Un pensiero riguardo “La rabbia che non si vede. L’aggressività passiva.

  1. La rabbia e emozione con la quale i nostri antenati si ‘scaldavano ‘prima di andare in battaglia! Oggi comumque espressa in modo assertivo puo essere utilissima pure anche se non andiamo piu in guerra! Per fortuna!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close